la nuova linea di paguri

VTE ha presentato in anteprima al Salone Nautico di Genova 2011 due nuovi generatori marini che migliorano ulteriormente ilrapporto tra prestazioni, peso e dimensioni risultando i più compatti e leggeri. I risultati ottenuti sono migliori persino rispetto alla gamma Paguro presente a catalogo, già punto di riferimento nel settore per leggerezza, minimo ingombro e silenziosità.

PAGURO 9000 V con motore Lombardini a 2 cilindri, dotato di alternatore a magneti permanenti, produce una potenza di 8 KW continuativi.

PAGURO 12000 V con motore Lombardini a 3 cilindri, anch’esso a giri variabili e dotato di alternatore a magneti permanenti, produce una potenza di 10 KW continuativi.

L’accoppiamento di un alternatore a magneti permanenti con un motore progettato per lavorare a regimi variabili presenta il vantaggio di ridurre la potenza meccanica impiegata a parità di energia elettrica erogata migliorando così le prestazioni. Grazie alla tecnologia dei magneti permanenti adottata da VTE e alle caratteristiche dei motori Lombardini, in particolar modo il PAGURO 12000 V riduce drasticamente peso e ingombro a parità di potenza erogata.

La scelta dei giri motore è automatica in funzione del carico: questo significa che grazie alla silenziosità per bassi regimi di rotazione, le utenze a basso assorbimento (quali carica batterie, frigoriferi, etc.) possono essere alimentate anche nelle ore notturne senza arrecare disturbo. L’insonorizzazione, come in tutti i modelli Paguro, raggiunge standard altissimi. Grazie al raffreddamento ad acqua non vi è la necessità di fori di ventilazione sul guscio in vetroresina, e quindi, l’emissione acustica all’esterno viene drasticamente ridotta. L’ingresso dell’aria comburente per il motore è garantito da una serie di fori posti sulla parte inferiore del guscio insonorizzante con un percorso a labirinto che impedisce l’uscita del rumore; l’involucro esterno è realizzato in vetroresina rinforzata multistrato e rivestito in neoprene ad alta densità per il massimo isolamento acustico.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Nautech News © 2017 Tutti i diritti riservati