FPT per i vaporetti veneziani

FPT Industrial e l’Azienda del Consorzio Trasporti Veneziano (ACTV) hanno siglato un accordo per la fornitura e la rimotorizzazione di 50 vaporetti, confermando così la proficua collaborazione tra le due società iniziata a metà degli anni ’60.

L’accordo prevede la fornitura di tutti i motori entro l’inizio del prossimo anno e pertanto nel 2013 l’80% della flotta ACTV, composta da oltre 160 imbarcazioni, sarà motorizzata con propulsori FPT Industrial. FPT Industrial si conferma quindi leader nel settore dei motori marini e torna a Venezia pochi mesi dopo il record di velocità e consumi ottenuto dallo scafo Kerakoll equipaggiato con due motori C90 650 proprio sul percorso Monte Carlo – Venezia.

I motori che equipaggeranno i vaporetti della laguna sono i C90 380. Il loro basso impatto ambientale, le elevate prestazioni e la loro capacità di superare innumerevoli verifiche e collaudi a bordo, hanno determinato la loro scelta. I motori, con 6 cilindri in linea, la gestione elettronica con sistema di iniezione Common Rail e una cilindrata totale di 8,7 litri, hanno una taratura specifica di 200 cavalli a 2000 giri/minuto. Conformi alle normative Rina per la propulsione e le normative 2004/26EC prescritte per la navigazione in acque interne, i propulsori C90 rispondono alle principali normative internazionali sulle emissioni gassose. Gli altri motori già in uso sui vaporetti della ACTV sono gli 8210M22 e i C78ENTM30, oltre ai gruppi elettrogeni di bordo. Le forniture avverranno tramite la concessionaria Bimotor che garantisce già da 12 anni anche il servizio di assistenza e il completo approvvigionamento dei ricambi all’azienda trasporti di Venezia.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Nautech News © 2017 Tutti i diritti riservati