Ci mancava solo questa

Che sia fondata o meno, la voce di corridoio riportata oggi dal settimanale ‘Il Mondo’, non aiuta certo il settore. L’ennesimo colpo basso al settore dopo il blitz di Venezia durante le regate dell’America’s Cup World Series in cui sono state controllate centinaia di barche spettatori. Mentre nel resto d’Europa e nel mondo intero, i governi varano misure a sostegno del turismo e delle imprese a esso collegate, da noi si reagisce così.

Ogni ulteriore commento pare superfluo.

E’ la classica notizia “che non si può confermare” e anzi “va smentita” per dovere d’ufficio, ma è vera: per i prossimi mesi di luglio e agosto, con geografia e calendario a scacchiera, 500 posti letto per una permanenza media di due giorni sono stati prenotati in Sardegna per conto di Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate. Destinati al pernottamento degli effettivi “in più” chiamati a operare sull’isola a caccia di evasori durante il periodo delle vacanze estive. A ben pensarci, è ovvio: dopo il “blitz” natalizio a Cortina, seguito da quello a Sanremo durante il Festival, il fronte anti-evasione continua nella sua strategia di indagini a tappeto negli snodi, effettivi e soprattutto immaginari, della “bella vita” nazionale: indagini scenografiche, che un po’ di effetto lo stanno oggettivamente sortendo, non solo mediatico ma anche, e che richiedono la miglior “sorpresa” possibile. L’estate in Sardegna è tra i “luoghi e i momenti” emblematici della vacanza italiana, secondo una topografia che sebbene possa sembrare presa pari-pari dai film dei Vanzina trova, in fondo, pieno riscontro con la realtà. Oltretutto a scorrere i dati del 2011 non si può dire che senza blitz le Fiamme Gialle e gli agenti delle tasse abbiamo fatto una buona mietitura: sono stati effettuati circa 6.300 controlli sugli scontrini, intercettati 117 milioni di euro di violazioni fiscali e smascherati 95 evasori totali. Sono dati in linea con il resto del Paese e con quelli del 2010. A Cortina e nelle altre capitali del nero è molto meglio di così, con i blitz della nuova generazione.

Dal sito www.corriere.it

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Nautech News © 2017 Tutti i diritti riservati