Mai più senza – Lo scivolone dei megayacht

Probabilmente è un accessorio che, parimenti alle moto d’acqua, non giova alla traballante immagine di super e megayacht. In ogni caso sta diventando un gadget piuttosto diffuso, con i nostri Dolce e Gabbana che forse tra i primi al mondo sfoggiavano questa lingua gonfiabile appesa all’ultimo ponte dell’elegante Codecasa Regina d’Italia.L’americana Freestyle Cruiser ha un catalogo e una reference list davvero impressionante: gli scivoli possono adattarsi a imbarcazioni con ponti di oltre 5 metri, una volta sgonfiati sono piuttosto ingombranti, con un peso che arriva fino a 250 kg. Tutta la gamma è realizzata custom con gli ancoraggi dello scivolo adattati alle singole necessità. La struttura è generalmente divisa in due parti, scivolo e struttura galleggiante e può essere abbinata a una piscina, sempre galleggiante. Tra i vari optional, un doveroso compressore ad alta pressione, i gradini di risalita gonfiabili e la possibilità di stampare il logo o il nome della barca sull’intera struttura. Interessante, tra le varie testimonianze dei felici clienti, il video di uno yacht alle Bahamas che si prende un improvviso groppo di 86 nodi con lo scivolo fuori. Naturalmente il video è a lieto fine.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Nautech News © 2017 Tutti i diritti riservati