100 piedi made in Bergamo

Leggerezza, potenza, eleganza e comfort. Questo è il nuovo FC3 100 by Maxi Dolphin Nomad IV, ultima realizzazione del cantiere Maxi Dolphin per un armatore particolarmente esigente che ha scelto il cantiere del Gruppo Moretti dopo la ricerca, durata un anno, di chi fosse in grado di assicurargli appunto uno yacht leggero, potente, elegante e comodo.Lungo 30,48 metri, il nuovo FC 100 ha le linee dello scafo firmate dallo studio francese Finot-Conq, che, assieme all’ufficio di Project Design del cantiere, ha curato anche l’organizzazione degli interni. Il décor e gli allestimenti degli interni, interamente realizzati dalle maestranze del cantiere, sono opera di Pierre Frutschi Architecture & Design. “Il cruiser di 100 piedi più veloce al mondo”. Questa la definizione che lo studio Finot-Conq ha dato al nuovo FC3 100 by Maxi Dolphin che, con la sua carena che deriva direttamente dalla lunga esperienza dei progettisti francesi nel settore delle imbarcazioni oceaniche, con slanci ridotti e larghezza massima (8,30 metri) che si prolunga fino a poppa e doppi timoni, è destinato sia alle lunghe crociere sia alla partecipazione alle più importanti regate del panorama internazionale.

Un programma affascinante e impegnativo reso possibile dalla raffinata costruzione in materiali compositi e dalla filosofia che da sempre distingue tutte le realizzazione del cantiere Maxi Dolphin: la ricerca della leggerezza. Una qualità che viene dall’esperienza e dalla professionalità della maestranze del cantiere che hanno utilizzato i materiali più avanzati, nomex, fibre di carbonio a modulo intermedio, preimpregnati e le medesime tecnologie impiegate nella costruzione nei racer più estremi, per realizzare una imbarcazione di sole 52 tonnellate di stazza, una in meno di quanto previsto nei piani di costruzione.

Dotato di lifting keel da 15 tonnellate che riduce da 5,49 metri a soli 3,00 metri il pescaggio e due cassoni di zavorra (ballast) da 9 tonnellate ciascuna, il nuovo il nuovo FC3 100 by Maxi Dolphin, oltre a poter navigare anche sui bassi fondali, ha una notevole rigidità alla vela, caratteristica che esalta le prestazioni che vengono dal poter alzare sul suo albero di 46 metri ben 690 metri quadrati di vele.

Il piano di coperta, assolutamente libero dalle manovre, è molto semplice, con il pozzetto destinato agli ospiti subito a poppa della tuga, molto bassa e ampiamente vetrata, che segna appena il profilo laterale dello yacht. Il pozzetto di manovra con le due timonerie ha a poppa un ampio spazio libero sopra il garage del tender mentre il portellone si apre per realizzare la spiaggetta per il bagno.

Anche per l’organizzazione del sottocoperta la scelta di fondo è stata quella di una semplicità quasi minimalista abbinata alla massima comodità. Così dal grande living sotto al deck house, che con le sue vetrata offre una vista a 360 gradi sul mare, gli interni si sviluppano, a poppa, con una cabina doppia per gli ospiti, la cucina e gli alloggi del comandante e dell’equipaggio oltre alla sala motore. A prua del salone, altre tre cabine portano a sei i posti letto per gli ospiti, mentre la parte prodiera è interamente dedicata alla suite amatoriale, che si sviluppa per ben 5 metri di lunghezza lungo la murata di sinistra.

Negli interni le tonalità sono quelle del bianco opaco per le tappezzerie e i cielini con gli elementi strutturali lasciati in evidenza e nei quali, così come nei mobili a parete, si esalta la trama e il nero lucido della fibra di carbonio. I pavimenti sono ricoperti da una leggerissima moquette per soddisfare le esigenze di comfort dell’armatore senza intaccare le qualità tecniche dallo yacht. Anche nel décor il nuovo FC3 100 by Maxi Dolphin si distingue per la ricerca delle prestazioni anche attraverso, per esempio, i sedili nei box doccia in plexiglass realizzati in fibra di carbonio così come la vasca da bagno nell’armatoriale. L’utilizzo delle più avanzate tecnologie, la costante ricerca delle più innovative tecniche costruttive e in tutti i settori della produzione, unite a una lunga sapienza artigianale sono così alla base dell’ultima realizzazione di Maxi Dolphin che nel nuovo FC3 100 by Maxi Dolphin, vero stato dell’arte nel settore dei grandi cruiser, si riconferma grande interprete di quell’eleganza e di quella eccellenza che hanno fatto delle sue imbarcazioni le perfette interpreti delle migliori qualità del made in Italy.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Nautech News © 2017 Tutti i diritti riservati