LECHLER – Verniciatura nella nautica

2Una fusione di competenze tecnologiche ed esperienze di settore pone le basi della proposta Lechler per la verniciatura in ambiente nautico. Vediamo quali sono le caratteristiche tecnologiche e applicative di tale proposta e come essa si articola sul mercato.

Peculiarità d’impiego e valore economico sono premesse fondamentali per il design accurato di un’imbarcazione, tanto da imporre la massima cura nella definizione geometrica di ogni dettaglio e nella scelta dei materiali per la sua realizzazione. La verniciatura contribuisce naturalmente a esaltare l’opera stilistica del designer, proteggendo l’imbarcazione dall’aggressione ambientale e conferendo personalità e perfezione estetica alle superfici. Nell’ambito di un ciclo per la realizzazione o manutenzione di un’imbarcazione, la verniciatura costituisce quindi un’opzione strategica per la qualità del prodotto finale, esaltandone non solo la percezione stilistica ma garantendone anche la longevità. In linea con questi principi si articola l’offerta dell’azienda Lechler che, forte di una lunga e riconosciuta esperienza nel settore dei prodotti per la verniciatura, è in grado di fornire soluzioni specifiche e personalizzate in tale ambito. Con sede principale a Como e siti produttivi distribuiti sul territorio nazionale, l’azienda Lechler opera nel contesto internazionale attraverso filiali in vari paesi europei e in Sud America, oltre a una rete distributiva diffusa a livello globale. «I tre siti produttivi italiani, cui si aggiunge quello brasiliano», spiega Valter Volta, International Sales Manager Yachting di Lechler, «realizzano tutti quei prodotti necessari a soddisfare le esigenze dei mercati fondamentali per la nostra azienda, dall’industriale alla carrozzeria, dall’edilizia alla nautica, oltre a quello del habitat». Collocata quindi fra le aziende italiane che guardano all’estero, come testimoniano la posizione della sua rete distributiva e la ripartizione del suo fatturato, Lechler si presenta sul mercato dello Yachting con il brand Stoppani, frutto dell’acquisizione dell’omonima azienda, presenza storica nel settore. Lechler mantiene la connotazione commerciale e di mercato ereditate dall’azienda Stoppani, dando continuità a una presenza consolidata nel settore della rivendita, con prodotti vernicianti di qualità, destinati prevalentemente al mercato mediterraneo e a quello dell’Europa del Nord. Le vernici Lechler per il settore nautico sono apprezzate in modo particolare da distributori e applicatori professionali e dalla cantieristica per la riparazione e manutenzione, settori consolidati nella tradizione Stoppani, il cui brand definisce oggi una gamma di prodotti Lechler fra i quali figurano, in particolare, smalti di finitura e vernici trasparenti.

Un’osmosi tecnologica

Nei prodotti presentati sotto l’egida del brand Stoppani emerge la confluenza di due mondi tecnologici, caratterizzati da esperienze rispettivamente maturate da Lechler nei settori della carrozzeria e industriale e da Stoppani nella verniciatura nautica. L’incorporazione di Stoppani non costituisce per Lechler una pura acquisizione di tecnologia ma, al contrario, si esplicita in un vero e proprio ringiovanimento della linea di prodotti dell’azienda, a partire dalla linea delle vernici antivegetative. Per questo tipo di vernici, applicate sulla carena dell’imbarcazione per garantire una maggiore resistenza delle superfici all’aggressione ambientale della parte sommersa, sono stati per esempio ricercati e successivamente adottati formulazioni e pigmenti innovativi, in grado di migliorare le prestazioni nel pieno rispetto delle normative sulla salvaguardia ambientale. Con le caratterizzazioni che i laboratori di ricerca Lechler hanno potuto conferire ai prodotti del marchio Stoppani, l’azienda si presenta oggi sul mercato della nautica con un portafoglio completo e ben assortito di soluzioni, composto da anticorrosivi per qualunque tipo di superficie, stucchi ultraleggeri, vernici trasparenti e smalti di finitura. Fra questi spiccano in modo particolare quelli a più alta tecnologia, dove l’azienda dispone di un vantaggio competitivo grazie a un’ampia possibilità di differenziazioni. L’innovazione introdotta nel brand Stoppani, attraverso la suddetta contaminazione tecnologica fra settori, risponde alle crescenti esigenze della verniciatura in ambiente nautico. «La competenza maturata da Lechler nel settore della verniciatura», sottolinea Valter Volta, «si traduce in un travaso di tecnologia, da cui nasce la linea ISOFAN MARINE per la nautica da diporto. Questa linea è caratterizzata da una vasta gamma di finiture personalizzabili, dal pastello al perlato e metallizzato, applicabili su diverse tipologie di substrato superficiale». L’innovazione di prodotto è affidata ai reparti di Ricerca e Sviluppo di Lechler che, grazie alla sperimentazione svolta sia nel laboratorio interno che sul campo e all’esperienza del personale operativo nei vari siti produttivi, definiscono le formulazioni e scelgono le materie prime più adatte per perseguire gli obiettivi di una verniciatura adatta alle peculiarità dell’ambiente nautico. Beneficiando della lunga esperienza pregressa derivante da altri settori, il laboratorio di Ricerca e Sviluppo rivede le formulazioni dei prodotti per la finitura e li rende adatti al loro impiego nel settore nautico. Le vernici così preparate consentono di realizzare cicli di verniciatura diversificati con finiture adeguate alle caratteristiche estetiche dell’imbarcazione, garantendo al tempo stesso un’efficace resistenza all’aggressione ambientale. Oltre a soddisfare particolari esigenze estetiche, la finitura deve infatti assicurare particolari prestazioni nel tempo, quali: resistenza meccanica, protezione dalla corrosione e contro l’aggressione della vegetazione marina e una resistenza all’effetto dei raggi solari a qualunque latitudine. Tutto ciò si traduce in longevità strutturale e stilistica dell’imbarcazione, requisito fondamentale in un prodotto impegnativo sotto il profilo economico, qual è un’imbarcazione. «Prestazioni del prodotto e risultato estetico sono la naturale conseguenza di un costante controllo del ciclo produttivo; queste, unite a un attento servizio offerto al cliente», sottolinea Valter Volta, «sono le ragioni per cui riteniamo di poterci collocare fra i principali attori sul mercato della verniciatura per la nautica».

 

Vernici personalizzate

«Nella formulazione chimica e nella taratura dei prodotti Stoppani», sottolinea Luca Ceribelli, Product Manager Yachting, «i tecnici di laboratorio devono tener conto delle particolari condizioni in cui essi vengono applicati, perché il risultato finale dipende non solo dalle loro caratteristiche intrinseche ma anche dalle modalità di applicazione che le molteplici condizioni dell’ambiente cantieristico impongono». L’attività di Ricerca e Sviluppo svolta dal laboratorio Lechler è inoltre rivolta alla differenziazione tecnologica dei prodotti di finitura, come richiesto da un mercato che tende a elevare il livello di personalizzazione dell’imbarcazione, anche attraverso un’identificazione basata sul colore. Se è vero che già un migliaio di colori standard a catalogo costituisce un’ampia base di riferimento, è altrettanto vero che esigenze di alta personalizzazione impongono un’estensione di tale gamma con soluzioni dalle caratteristiche uniche. Per soddisfare questa richiesta, accanto all’estesa gamma di colori disponibili a catalogo, Lechler è in grado di fornire, nella linea Isofan Marine, colori «su misura» ottenuti con inedite formulazioni. Vernici così personalizzate possono essere riprodotte ovunque e in ogni momento, con caratteristiche uniche dal punto di vista tecnico e cromatico, grazie a un’accurata gestione software delle formulazioni e a un preciso controllo mediante tintometri, messi a disposizione dei distributori. L’adattamento delle varie formulazioni alle diverse situazioni di campo richiede un notevole impegno al laboratorio che, nel pieno rispetto di normative in continuo cambiamento, deve effettuare la scelta ottimale dei pigmenti e dei relativi fornitori. Anche a questi ultimi si richiede naturalmente il pieno rispetto delle normative ambientali e di sicurezza per l’utente, con conseguenti costi per la registrazione dei prodotti all’interno della comunità europea. Questo oneroso impegno si traduce tuttavia in un vantaggio per il cliente finale, che viene assicurato non solo sotto il profilo qualitativo ma anche nei confronti della sicurezza del prodotto.

NauTech Aprile 2014 – QUI IL PDF CON TUTTE LE IMMAGINI

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here