Azimut Magellano 66: un megayacht in 20 metri

M66 Running Hard TopAzimut ha inventato nel 2008 un nuovo modo di andar per mare concependo, con il Magellano,  il primo dei “modern trawler”: doti da grande navigatore con carene Dual Mode, ampi spazi interni per soggiorni prolungati e lo stile chic e senza tempo che ancora una volta sta facendo scuola nella nautica mondiale.
Il Magellano 66 completa la gamma affiancandosi al 43HT, 43 Fly, 53 e 76. Il primo esemplare sarà disponibile a partire dall’Estate 2015, ma il progetto del Magellano 66 parte da lontano, dalle stesse solide basi che hanno reso ineguagliabili tutti i modelli della Collezione Magellano, la carena “Dual Mode”. L’obiettivo è di offrire una barca versatile che risulti più confortevole in navigazione anche con mare formato. Per farlo occorre sviluppare delle carene profondamente diverse dagli scafi plananti. Le carene dei Magellano addolciscono l’impatto sull’onda, fendendola grazie alla prua verticale. Allo stesso tempo l’importante volume prodiero riduce il beccheggio al minimo e sostiene costantemente la prua anche quando la barca scende nel cavo dell’onda. In questo modo la superficie del mare raggiunge difficilmente il ponte di coperta. Il risultato è un senso di sicurezza sia per chi conduce l’imbarcazione che per gli ospiti di bordo.  Magellano è un progetto che, in altre parole, consente di macinare moltissime miglia, sempre, anche in condizioni di mare e vento meno favorevoli. Il piacere di navigare allo stato puro, all’insegna del più elegante Italian Design. Sul Magellano 66 questa filosofia viene declinata al suo meglio.  I volumi interni sono infatti sorprendenti per uno scafo di 20 metri di lunghezza per 5,4 di larghezza. Il main deck si sviluppa ininterrotto su un unico livello, dalla grande porta scorrevole che affaccia sul pozzetto fino a prua, dove sono collocate timoneria e zona cucina. Su tutto il ponte principale spiccano eleganza, funzionalità e una vista mozzafiato lungo tutto l’orizzonte. Da segnalare il grande sofà ad L, fronteggiato da una imponente zona bar con TV fino a 50”, e il tavolo da pranzo orientato per baglio. Tutto questo nella versione standard del Magellano 66. Esiste anche la versione Navetta. Grazie al posizionamento delle scale interne, a destra nave, è infatti possibile separare la zona salone/pranzo dalla zona timoneria e  dalla cucina, garantendo un livello di privacy senza precedenti anche in barche di maggiori dimensioni. L’equipaggio può infatti svolgere i propri compiti senza accedere agli ambienti dedicati all’armatore ed agli ospiti. La porta di uscita sul camminamento laterale è posta  in cucina, consentendo all’equipaggio di raggiungere la propria cabina senza attraversare il salone. Allo stesso tempo, armatore ed ospiti possono accedere  direttamente dal salone alla zona notte  senza dover attraversare cucina e timoneria.  Anche nella versione Navetta rimane la possibilità di godere di un’ampia vista sul mare, grazie all’introduzione di porte e pannelli scorrevoli che possono essere aperti all’occorrenza agevolando, in aggiunta, le operazioni di ormeggio. All’esterno non può non balzare subito agli occhi il terrazzo integrato nella zona più a poppa del flybridge, un tocco stilistico che avvicina molto il Magellano 66 al mondo dei grandi yacht.  Questa terrazza è la parte terminale di uno spettacolare ponte all’aperto che può essere arricchito tutto quanto serve per creare un ambiente perfetto per il relax, dalle cuscinerie comode e raffinate, al tendalino per proteggere la zona living fino alle luci d’atmosfera. Come sul recente Magellano 53, anche sul Magellano 66 la prua offre un’ulteriore zona lounge, in questo caso ancora più accogliente e protetta da sguardi indiscreti. Lo spazio storage  per tutta l’attrezzatura di bordo e per il tempo libero non ha eguali. Enormi gavonature sono presenti sia nella zona di prua che sul flybridge. Sul ponte inferiore, quello riservato alla zona notte, spicca la grande suite armatoriale a tutto baglio. Qui i tanti volumi disponibili sono avvolti dalla luce naturale per un ambiente elegante ma anche pratico grazie al notevole spazio di stivaggio. L’armatrice può trovare tutto lo spazio che ha sempre desiderato con un’ampia armadiatura interamente dedicata a lei,  un secondo grande armadio per lui, cassettiere, vanity ed un letto che nasconde uno spazio storage completo e attrezzato con separazioni. La medesima attenzione alle armadiature  è riservata alla cabina VIP ed alla cabina ospiti. Entrambe offrono qualcosa in più perché, come dicono tutti, lo spazio a bordo non è mai sufficiente. La quarta cabina è pensata come utility room ma, su richiesta, può essere allestita come cabina a letti sovrapposti. Lavatrice e asciugatrice sono comodamente accessibili dal corridoio cabine. Le prestazioni del Magellano, con due Volvo Penta D13 da 800 HP ciascuno, sono in perfetta linea con la filosofia di un moderno Long Range yacht. In pieno dislocamento a 9 nodi si dispone di una autonomia di oltre 900 miglia (inclusa una riserva del 10%). La velocità di crociera veloce si attesta sui 16-18 nodi, obiettivo raggiunto grazie alla carena Dual Mode a doppio spigolo che  offre superfici utili ad ottimizzare la navigazione sia in regime dislocante che planante.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Nautech News © 2017 Tutti i diritti riservati