Suzuki Motor Corporation annuncia i risultati finanziari consolidati del terzo trimestre 2014 (da Aprile a Dicembre 2014)

fatturato-dati-istatI principali elementi sono:

  • Aumento delle vendite consolidate
  • Decremento dell’utile netto
  • Revisione al ribasso delle previsioni per i risultati operativi dell’intero esercizio

1 – Elementi dei risultati del terzo trimestre dell’anno sociale 2014 (da Aprile a Dicembre 2014)

Il fatturato netto consolidato di Suzuki Motor Corporation relativo al terzo trimestre 2014 (da aprile a dicembre 2014) è aumentato di 67,3 miliardi di Yen (pari al 3,2% di incremento e ad Euro 494 milioni) rispetto al pari periodo dell’esercizio 2013, attestandosi a 2.143 miliardi di Yen (Euro 15,8 miliardi). Il dato di fatturato consolidato sul mercato domestico – Giappone – è diminuito di 4,1 miliardi di Yen (0,5% pari a Euro 30,3 milioni) rispetto al pari periodo dell’esercizio 2013, totalizzando 773,8 miliardi Yen (Euro 5,7 miliardi) a causa della diminuzione delle vendite di auto e moto. Le vendite nette sui mercati esteri sono aumentate del 5,1%, con un incremento pari a 71,4 miliardi di Yen (Euro 571,9 milioni) per un totale di 1.369,2 miliardi di Yen (Euro 10,1 miliardi), principalmente grazie alla crescita registrata sul mercato indiano.

In termini di risultati consolidati, l’utile operativo è in linea con il valore registrato nel corrispondente periodo dell’anno precedente, raggiungendo quota 135,2 miliardi di Yen (Euro 100,2 milioni). Nonostante il cambio favorevole con l’India, questo dato ha risentito soprattutto del calo di profitto in Indonesia e Tailandia. Il reddito della gestione ordinaria è aumentato di 4,9 miliardi di Yen (pari al 3,5% di incremento ed a Euro 36,3 milioni) rispetto al pari  periodo  dell’esercizio 2013, toccando quota 144,4 miliardi di Yen (Euro 1.070 milioni). L’utile netto è diminuito di 2,6 miliardi di Yen (pari al 3,1% di decremento, Euro 19,2 milioni), passando così a quota 79,9 miliardi di Yen (Euro 592,4 milioni). Le cause sono principalmente riconducibili all’aumento delle imposte sul reddito ed all’aggiustamento delle quote in partecipazioni di minoranza.

 

2 – Risultati operativi per settore di attività

Settore Auto

Nel settore automobilistico, la Società ha compiuto numerosi sforzi per espandere le sue vendite e rafforzare le linee di prodotti, come testimoniato dai numerosi premi conseguiti, tra cui 2015 RJC Car of the Year vinto dall’acclamata minicar Hustler. In questa strategia è rientrata anche la nuova Alto, capace di conseguire il migliore risultato in termini di consumo di carburante (37 km/l misurato in ciclo di prova JC08) tra le auto a benzina non ibride sul mercato giapponese. Nonostante questo, anche a causa degli effetti derivati dall’aumento dell’imposta sui consumi in Giappone, le vendite nette sul mercato interno sono diminuite rispetto al medesimo periodo del precedente esercizio. Al contrario, i risultati di vendita sui mercati esteri sono cresciuti, grazie principalmente alla crescita registrata in India. Rispetto al medesimo periodo 2013, il risultato complessivo parla di una crescita nel settore automobilistico di 73,5 miliardi di Yen (pari al 4,0% di incremento ed a Euro 544,9 milioni) totalizzando 1.917,2 miliardi di Yen (Euro 14,2 miliardi). Il valore operativo consolidato è diminuito rispetto allo stesso periodo 2013 di 0,2 miliardi di Yen (pari a una riduzione dello 0,1% e ad Euro 1,4 milioni) arrivando a 133,7 miliardi di Yen (Euro 991,2 milioni) a causa del calo registrato in Indonesia e Tailandia.

 

Settore Moto

Nel settore moto, il fatturato consolidato è diminuito di 12,5 miliardi di Yen (pari a una riduzione del 6,5%, Euro 92,6 milioni) rispetto al pari periodo dell’esercizio precedente, totalizzando 179,9 miliardi Yen (Euro 1.333,8 milioni). Le cause sono principalmente riconducibili al calo delle vendite sul mercato Asiatico. La perdita operativa di 4,6 miliardi di Yen (Euro 34,1 milioni) del corrispondente periodo del precedente esercizio è cresciuta così fino a 5,0 miliardi di Yen (Euro 37 milioni).

 

Settore Marine e Altro

Nel  comparto  Marine  e nelle  restanti  attività  di  Suzuki  Motor  Corporation le vendite sono aumentate di 6,2 miliardi di Yen (pari al 15,8% di incremento ed a Euro 46,7 milioni) rispetto all’anno precedente, per un totale di 46,1 miliardi (Euro 341,8 milioni). Il risultato è conseguente alla crescita delle vendite dei motori fuoribordo in Europa e Nord America. L’utile operativo è aumentato di 1,1 miliardi di Yen (pari al 19,7% ed a Euro 8,1 milioni) totalizzando 6,5 miliardi di Yen (euro 48,1 milioni). Per quanto riguarda il risultato operativo per aree geografiche, in Giappone è diminuito di 1,0 miliardi di Yen (decremento del 1,0% pari a Euro 7,4 milioni) rispetto al pari periodo 2013 totalizzando 94,5 miliardi di Yen (Euro 700 milioni), a causa dell’incremento della concorrenza nel settore auto e nonostante l’aumento degli utili dovuti al tasso di cambio. Anche Asia l’utile operativo è diminuito, con un decremento pari a 8,1 miliardi di Yen (16,0%, Euro 60 milioni) totalizzando 42,4 miliardi di Yen (Euro 314,3 milioni) soprattutto a causa della diminuzione degli utili in Indonesia e Tailandia. Per quanto riguarda l’Europa, la perdita operativa di 1,3 miliardi di Yen (Euro 9,6 milioni) del corrispondente periodo 2013 è diventata un decremento pari a 2,4 miliardi di Yen (Euro 17,7 milioni).

 

3 – Previsione risultati operativi consolidati per l’intero anno fiscale

In riferimento alle previsioni relative ai risultati operativi consolidati, a seguito della revisione delle cifre riferite alle unità vendute ed ai tassi di cambio di ogni paese, e sulla base dei risultati di questo terzo trimestre in termini di vendite nette consolidate complessive, l’utile operativo ed il reddito ordinario vengono mantenuti invariati rispetto alle previsioni precedenti. Per quanto riguarda l’utile netto, è stata fatta una revisione al ribasso di 10,0 miliardi di Yen (Euro 74,1 milioni) rispetto alle previsioni precedenti, tenendo in considerazione l’impatto dello storno di imposte differite attive accompagnate dalla riduzione delle aliquote e dell’imposta sul reddito dal prossimo anno fiscale. Il Gruppo lavorerà in maniera univoca per riformarsi in tutti i settori e per realizzare risultati superiori alle previsioni sotto riportate, perseguendo un consolidamento di tutte le attività.

 

Previsioni dei risultati economici dell’intero esercizio fiscale:

Fatturato consolidato:

3.000 miliardi di Yen pari a 22,2 miliardi di Euro (+2,1% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente).

 

Utile operativo consolidato:

188 miliardi di Yen pari a 1,3 miliardi di Euro (+0,1% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente).

 

Utile della gestione ordinaria:

198 miliardi di Yen pari a 1,4miliardi di Euro (+0,1% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente).

Utile netto:

105 miliardi di Yen pari a 778,5 milioni di Euro(- 2,3% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente).

 

(Tassodicambio al 9 febbraio 2015)       ¥134,87Euro

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here