Italians due – Sessa va in Brasile, Massimo Radice svela i risultati della trasferta sudamericana

Sessa Marine Brasil, azienda del Gruppo Sessa Marine, annuncia – in occasione del Sao Paolo Boat Show, dopo un anno dall’entrata nel mercato Brasiliano – risultati positivi di vendita e produzione 2011-2012 e si prepara ad un 2013 di grandi novitàcon un maggiore focus verso le relazioni con i clienti – approccio da sempre punto di forza del Gruppo.

“Gli obiettivi che abbiamo stabilito e raggiunto nel primo anno di gestione in Brasile erano quelli di installare e organizzare una capacità produttiva locale. Al momento siamo felici di aver raggiunto un eccellente livello qualitativo finale sui quattro modelli di imbarcazioni attualmente in gamma per il Sud America. Dal lato commerciale abbiamo ampliato la nostra rete di distributori ed abbiamo partecipato ad eventi nazionali ed internazionali, con molto successo”. Commenta Massimo Radice Presidente di Sessa Marine Brasil, responsabile del progetto di start up.

I risultati finanziari sono molto incoraggianti: “Siamo stati ben accolti dal mercato brasiliano e ci siamo da subito posizionati come competitors in modo molto forte. Dal Luglio 2011 abbiamo prodotto e venduto ben 30 unità qui in Brasile, generando un fatturato di 7 milioni di euro”.

Massimo Radice evidenzia anche un grande sforzo nello sviluppo industriale locale grazie alla costruzione del nuovo impianto produttivo di Palhoça presso Florianopolis (SC) e la creazione di un team tecnico basato su forti interscambi con i vari cantieri italiani. “Lo scambio di tecnici tra Italia e Brasile, ha permesso oltre ad una crescita professionale del team brasiliano di Sessa, uno scambio di informazioni e di esperienze sui mercati tropicali utilissimi al miglioramento del prodotto europeo – che al momento è ancora il nostro core business di Gruppo. Il nostro obiettivo è ampliare questa attività di interscambio e renderlo continuo affinché possa contribuire in modo costante alla crescita della competitività aziendale globale”

Il secondo anno di Sessa in Brasile (2012-2013) sarà caratterizzato – secondo le previsioni aziendale da una crescita del potenziale produttivo e da investimenti nel miglioramento del servizio al cliente. Soprattutto il post-vendita e il traning tecnico della rete di vendita locale. “Durante il primo anno abbiamo lanciato quattro barche 27, 28, 36 e 40 piedi” – riferisce Radice. “Quest’anno puntiamo ad ampliare la produzione ed incrementare le vendite di questi prodotti – e produrre modelli più grandi come la C44 e la F45. Abbiamo inoltre un progetto di impiantare la linea di produzione del Fly40, modello lanciato in Europa nel 2012 e presentare la versione brasiliana già dal Rio Boat Show 2013”.

“L’implementazione completa dell’impianto produttivo in Santa Caterina” – ancora Radice – “é il nostro fiore all’occhiello. Una nuova fabbrica che si trova all’interno di un parco industriale di 80.000 mq con un area produttiva propria di  9.000 mq ed una superficie coperta di 5.000. La fabbrica è dotata di tutte le più moderne attrezzature di produzione, come due carri ponte da 15 tonnellate, sistemi di ventilazione per il reparto stampatura, magazzino di 3 piani e una area di 400 mq di uffici. Questa fabbrica ha una capacità produttiva di barche fino a 50 piedi con un processo produttivo del tutto simile a quello attuato nelle fabbriche italiane del Gruppo”.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Nautech News © 2017 Tutti i diritti riservati