Motori – ZF espande la gamma delle trasmissioni “hybrid-ready”

La nuova trasmissione marina ZF 5300 PTI ampia la gamma delle trasmissioni “hybrid ready” che rispondono perfettamente alle attuali richieste del mercato e offrono alla clientela i più recenti ritrovati della tecnica in una vasta serie di modelli. La nuova trasmissione ZF 5300 PTI è un progetto di avanzata tecnologia realizzato per soddisfare le mutevoli esigenze e le richieste dei clienti di ZF Marine.Come tutte le trasmissioni della serie ZF 5000, la trasmissione ZF 5300 PTI è caratterizzata da una bassa rumorosità degli ingranaggi, da innesti molto confortevoli, da tempi di inserimento rapidi e da un vasto numero di rapporti, il tutto in un insieme assai compatto. I molti accessori e la ridotta manutenzione sono in sintonia con le attese dei cantieri, dei costruttori di motori e degli operatori.

La trasmissione ZF 5300 PTI è adatta a tutti i tipi di scafi, sia veloci, sia da lavoro, spinti da motori fino a 2300 kW (3100 CV) a 2300 giri/minuto, con rapporti di riduzione da 2,9 a 5,5. A seconda dell’applicazione, sono disponibili “case” in lega leggera o in ghisa e varie funzioni, tra cui: Autotroll®, prese di forza, valvole trolling, pompe, ecc. La trasmissione ZF 5300 PTI con Power Take In (PTI) è una trasmissione “hybrid-ready”, cioè pronta per la realizzazione di un sistema ibrido che offre all’utilizzatore la possibilità di rispettare l’ambiente e risparmiare combustibile.

Queste nuove trasmissioni a propulsione ibrida possono essere installate nella maggior parte degli scafi: yacht, traghetti, rimorchiatori e tante altre ancora. Con la configurazione PTI, pur utilizzando motori tradizionali, è possibile creare propulsioni ibride molto efficienti e di massima flessibilità, per installazioni “custom”. La ZF 5300 PTI conferma la strategia di ZF Marine che intende offrire soluzioni “hybrid-ready” in tutta la gamma di potenza delle trasmissioni ZF 5000. Le trasmissioni “hybrid-ready” di ZF possono contribuire al risparmio energetico e al rispetto ambientale.

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here