Jet Surf

Jet Surf in azione

Un autentico ibrido tra un surf e un minuscolo idrogetto. Pensato nel 2008 da Martin Sula con l’intenzione di spostare l’asticella degli sport acquatici un po’ più in alto, questa tavola da surf ‘motorizzata’ sembra promettere piuttosto bene.

Concepita insieme a un team di specialisti come Tadej Sterk and Zbynek Bures che assieme a Sula hanno combinato le loro competenze, soprattutto meccaniche e ingegneristiche per dare vita a un prodotto davvero unico, in primo luogo per le caratteristiche del piccolissimo idrogetto che spinge il surf. Un motorino a due tempi di poco meno di 100 centimetri cubici, piuttosto leggero se il peso complessivo della tavola non supera i 14 chilogrammi, capace di spingere il surf a quasi 60 kmh con un consumo ridicolo pari a circa 2 litri ora di combustibile oppure per 4 ore grazie a una batteria ai polimeri di litio. Disponibili in 3 versioni dalla race a quella per principianti, la tavola è personalizzabile nella posizione delle straps. Il video qui sopra illustra le possibilità per goofy o regular pigri, meglio di mille parole.

 

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Nautech News © 2017 Tutti i diritti riservati